Articoli | 01 December 2021 | Autore: redazione

Osservatorio network officine: cresce l’offerta, cambiano i servizi

È disponibile online l'Osservatorio reti officine 2021, pubblicato sul numero di dicembre di Notiziario Attrezzature.


La raccolta dati dell’Osservatorio reti officine 2021, consultabile sul numero di dicembre di Notiziario Attrezzature (la rivista è online, per accedere all'archivio e sfogliare la rivista clicca qui), ha sostanzialmente confermato la mappatura dello scorso anno, con pochi distinguo. Non c’è da stupirsi, infatti, che le affiliazioni non abbiano conosciuto particolari movimenti, con un calo fisiologico contenuto.

È interessante notare però che a seguito dei cambiamenti avvenuti in ambito distributivo, siano nati nuovi network legati a ricambisti, come ad esempio la nascita di Telos Prime, legata al gruppo Telos, così come stiano prendendo piede nuove riorganizzazioni di network esistenti, come il Club in Buone Mani, che dall’anno scorso, dopo la formazione di G6 Autoparts, ha esteso il suo raggio d’azione.
Da menzionare anche la partenza in Italia del progetto officine legato a Nexus, che è stato ufficialmente lanciato da poco più di un mese, ma che all’estero, con Nexus International, conta già quasi 800 officine affiliate (di cui un centinaio specializzate nel truck).

Guardando al nostro Osservatorio, dunque, ci sono nuovi nomi, ma anche network che a causa di ristrutturazioni interne, nuove fusioni a livello di componentisti e realtà distributive, così come dei rallentamenti operativi dati da quasi due anni di pandemia, hanno scelto di rimanere in stand-by o accantonare fino a nuova data il progetto officine. Stiamo parlando di realtà come TRW Autoservice, le reti Delphi e CTR, che quest’anno hanno chiesto di non essere inserite nel nostro Osservatorio.

Da quanto ci è stato possibile osservare, però, la pandemia ha portato a comprendere ancora meglio l’importanza di fare rete e appartenere a un gruppo capace di offrire un supporto concreto.
Le officine hanno potuto constatare che uno dei valori aggiunti più importanti che offre il network è il vantaggio di avere a disposizione uno strumento di formazione continua. Fare il meccanico, o meglio il meccatronico, oramai non è più solo questione di esperienza, ma è necessario adeguarsi e imparare a gestire la propria attività, rimanere aggiornati sulle nuove tecnologie così come sulle normative vigenti. Rimanere da soli in un mondo in continua evoluzione non è proprio facile e il network offre un supporto davvero prezioso in questo senso.

Inoltre, forse grazie anche alla pandemia, i gruppi e le aziende che portano avanti i progetti per le officine hanno ben chiaro quanto sia necessario condividere tutta una serie di informazioni, che siano di prodotto o di gestione manageriale, perché un’officina che lavora bene porta benefici a tutta la filiera.
La necessità di una formazione continua è stata dunque recepita da tutti e le nuove tecnologie hanno dato la possibilità di coinvolgere ancora più professionisti, grazie all’organizzazione di incontri online, disponibili sia come workshop in “real time” sia come videoregistrazioni e tutorial da fruire nel momento più comodo e opportuno per ciascuno.

La formazione – in senso esteso - è dunque un pilastro del fare rete, ma il supporto per gli affiliati a un network non si ferma qui: la sfida principale che tutti stanno affrontando è sicuramente quella di portare un’importante canalizzazione del traffico in officina, ad esempio con accordi quadro con gestori di flotte, ma anche coinvolgendo gli automobilisti, attraverso le leve del marketing, con attività sul web e sui social media, che garantiscono la massima visibilità all’officina.

Sempre in tema di formazione e informazione non bisogna poi dimenticare l’apporto che i network forniscono in termini di digitalizzazione. La pandemia ha costretto tutti noi a un rapporto differente con la tecnologia, ma la transizione delle nuove abitudini in ambito lavorativo è sicuramente più complessa di quanto si pensi. Ecco allora che l’accesso a strumenti informatici all’avanguardia rientra nelle attività che vale la pena considerare quando si aderisce a un network.
Pensare di riuscire a fare tutto questo da soli oramai è un’utopia: anche le piccole attività hanno bisogno di comportarsi come grandi imprese e tutto ciò è reso possibile proprio dal far parte di un network.

L'osservatorio network officine 2021

Photogallery

Tags: network autoriparazione

Leggi anche

NEWS | 01/12/2021La manutenzione che cambia